Champions League – Focus: Barça, Leverkusen e Bate Borisov, le avversarie della Roma

Olimpico addobbato a festa questa sera per l’esordio in Champions League della Roma, che terrà a battesimo i detentori del trofeo del Barcellona: peggior (ma al contempo affascinante) debutto non poteva esserci per i giallorossi di Garcia, che, dopo la beffa della scorsa edizione, tenteranno di qualificarsi agli ottavi di finale: l’ultima volta che ci riuscirono fu nella stagione 2010/2011.
Con un posto già prenotato dal Barcellona, secondo i pronostici della vigilia la Roma dovrebbe contendere la qualificazione al Bayer Leverkusen.
Di seguito gli avversari dei capitolini in dettaglio:

BARCELLONA – I campioni in carica, grazie al successo contro la Juventus a Berlino nella finale dell’ultima edizione, sono intenzionati a confermarsi team leader in Europa. Dominatori incontrastati della scorsa stagione, in patria e fuori, i blaugrana hanno vinto tutto ciò (o quasi) che c’era da vincere, eccezion fatta per la Supercoppa spagnola di un mese fa, conquistata a sorpresa dall’Athletic Bilbao grazie al clamoroso 4-0 nella gara d’andata che ha già fatto storia (ma con Iniesta e compagni che si sono prontamente vendicati qualche giorno dopo nella Liga). Gruppo a disposizione di Luis Enrique sostanzialmente confermato: a dare l’addio al calcio che conta Xavi, che si godrà la sua “pensione dorata” con l’Al Saad, ha fatto scalpore l’affaire-Pedro: destinato al Manchester United, si era successivamente esposto in prima persona il presidente Bartomeu, affermando la sua incredibilità, per poi capitolare di fronte all’offerta da 30 milioni di euro del Chelsea. In entrata, a puntellare un organico stellare, che ha come simbolo il trio d’attacco delle meraviglie Messi-Suarez-Neymar, gli innesti di Aleix Vidal e Arda Turan, anche se entrambi saranno ufficialmente disponibili soltanto a partire da gennaio, quando scadrà il veto sui vincoli dei parametri di mercato imposto dalla Fifa. Per quanto riguarda il portiere, sarà ancora lotta a due tra Ter Stegen e Bravo, con la staffetta campionato/coppa che pare sia confermata durante la stagione.

BAYER LEVERKUSEN – Le “Aspirine” sulla carta saranno la squadra che contenderà il passaggio del turno alla Roma. Giustizieri nei play-off della Lazio, con una magistrale partita di ritorno che ha stroncato le speranze dei biancocelesti forti della vittoria d’andata, in Bundesliga, dopo un promettente avvio con due successi consecutivi, provengono da un periodo no, coinciso con la sconfitta con il Bayern Monaco e soprattutto con il sorprendente stop casalingo ad opera del Darmstadt. Rosa rivoluzionata quella guidata da Schmidt, con la società che ha fatto registrare un saldo positivo nell’ultima sessione di mercato, grazie soprattutto alle cessioni di Heung-Min Son, Castro e Drmic che, unite agli euro dei diritti per la Champions, ha fatto sfregare le mani ai dirigenti del club gestito dalla multinazionale farmaceutica. Diretta conseguenza due colpi in entrata che dovrebbero far alzare ancora il tasso tecnico: Javier “Chicarito” Hernandez dal Manchester United e il centrocampista cileno Charles Aranguiz, beffardamente rottosi il crociato pochi giorni dopo il suo arrivo. Garcia è avvisato…

BATE BORISOV – Sulla carta la “cenerentola” del gruppo ma occhio a sottovalutare i bielorussi, che nelle loro recenti partecipazioni alle fasi finali di Champions vantano scalpi eccellenti come ad esempio il Bayern Monaco (nel 2013, edizione poi vinta proprio dai bavaresi) e sfiorato alla sua prima stagione nel massimo torneo europeo (2008/2009) il successo a Torino contro la Juventus dove sprecò un iniziale vantaggio di due reti. Si tratta della società più “giovane” tra le 32 di questa edizione, con la sua (ri)fondazione avvenuta nel 1996. Serbatoio della nazionale della Bielorussia, cui dà stabilmente una quindicina di elementi, ha nel terzino serbo Mladenovic il calciatore più rappresentativo. Tra i calciatori “di casa” alle dipendenze del tecnico Yermakovich segnaliamo il centrale Gajduchich, l’esterno Stasevich e l’esperto fantasista (ex Barcellona) Hleb, considerato un mito in patria.

 

Gioca le tue fantaschedine su Nextwin

Nextwin Team

Commenti