Coppe, missione impossibile per Bayern e Fiorentina

champions-league-europa-league

Grande attesa per il ritorno delle semifinali di Champions ed Europa League. Nella competizione maggiore, il Barcellona ha già un piede e mezzo in finale dopo il 3-0 rifilato al Bayern Monaco al Camp Nou. Più incerta la sfida tra Real Madrid e Juventus, che culla il sogno del ‘Triplete’. Discorso simile in Europa League, dove il Siviglia ha già la valigia pronta per Varsavia (sede della finalissima) dopo il 3-0 alla Fiorentina di giovedì scorso. Il Napoli, invece, volerà in Ucraina dopo l’1-1 al San Paolo contro il Dnipro, squadra tecnicamente inferiore agli azzurri ma con un’ottima solidità difensiva. Vediamo insieme le giocate possibili.

CHAMPIONS LEAGUE

Il Bayern Monaco non ha altre soluzioni se non quella di attaccare e cercare che le stelle del Barcellona, da Messi a Suarez, da Neymar a Iniesta, non siano in giornata. Per i bavaresi mancherà Arjen Robben, ma il talento offensivo non manca a Guardiola. Probabile che esca il “gol”: a lungo andare, i padroni di casa concederanno inevitabilmente spazio ai catalani e viene difficile pensare che la porta di Neuer possa rimanere inviolata.

La Juventus vola a Madrid con la sicurezza di avere 2 risultati su 3 a disposizione per accedere in finale dopo il 2-1 dell’andata. Ma le merengues in casa sono un rullo compressore e i tifosi già sognano un “Clasico” in finale contro il Barcellona (Bayern Monaco permettendo). Cristiano Ronaldo sembra avere un contro aperto con i bianconeri (4 gol negli ultimi 3 incontri contro la Vecchia Signora), ma è anche vero che la difesa di Ancelotti concede sempre molti spazi. Tra le grandi di Spagna, infatti, il Real è la squadra con la difesa più perforata nei match interni (tra Casillas e Navas subiti 12 gol contro i 10 dell’Atletico e i 9 di Barcellona e Valencia). Allegri, inoltre, ha lasciato i titolari a riposo nell’ultimo turno di campionato contro il Cagliari e può contare sul ritorno di Pogba. I tifosi della Juventus potrebbero giocare scaramanticamente il segno “1”, più probabile anche qui il “gol”.

EUROPA LEAGUE

Il discorso su Bayern Monaco-Barcellona vale anche per Fiorentina-Siviglia dopo il 3-0 dell’andata degli spagnoli. Poche possibilità per i viola, che non dovranno commettere gli stessi errori dell’andata sotto porta e al tempo stesso non concedere gol. Ma nelle ultime 10 partite tra campionato e coppa, la porta di Neto è rimasta inviolata una sola volta. Consigliamo il segno “over” sperando magari in un netto successo di Gomez e compagni.

Apertissima, invece, la sfida tra gli ucraini del Dnipro e il Napoli. I partenopei di Benitez hanno dimostrato come in Coppa ci sia maggiore concentrazione rispetto al campionato, dove i passi falsi in trasferta non si contano più. Invece in Europa League, gli azzurri non perdono da 10 gare e, nei quarti di finale, sono stati capaci di espugnare il terreno di gioco del Wolfsburg per 4-1. Tuttavia il Dnipro, seppur inferiore tecnicamente a Higuain e compagni, può puntare su un’ottima solidità difensiva: sono soltanto 11 i gol subiti dall’inizio della competizione e appena 3 quelli concessi in casa. Sempre tra le mura amiche (anche se si gioca a Kiev), i ragazzi di Markevych non subiscono reti da 4 partite e, in totale, sono arrivati 6 under su 7. Essendo alta la posta in palio, consigliamo quindi il segno “under”.

 

Francesco Carci

 

Nextwin Team

Commenti