Juventus-Barcellona, missione impossibile a Berlino

finalechampionsTWITTER

Il countdown sta per finire. Sabato 6 giugno si disputerà a Berlino la finale di Champions League tra Juventus e Barcellona. Per i bianconeri si tratta del match più importante della stagione, o probabilmente degli ultimi anni dal momento che la Vecchia Signora non gioca una finale di Coppa dallo scorso 28 maggio 2003, quando vinse il Milan a Manchester ai calci di rigore.

 

Juventus vs. Chelsea

 

IL CAMMINO DELLE SQUADRE

– Se il Barcellona era una delle favorite già dal sorteggio della fase a gironi, in pochissimi si aspettavano la Juventus presente nell’ultimo atto. La squadra di Luis Enrique ha vinto il proprio gruppo in cui ha affrontato il Psg, l’Ajax e l’APOEL. Totale di 5 vittorie e una sconfitta, in trasferta in Francia. Poi l’urna non ha sorriso ai blaugrana, che se la sono vista negli ottavi contro il Manchester City e nei quarti nuovamente contro i campioni di Francia. Ma non c’è stata storia: vittoria sia nell’andata che nel ritorno in entrambe le sfide. Poi la semifinale di lusso contro il Bayern Monaco dell’ex Pep Guardiola. Qualificazione ipotecata nella sfida d’andata al Nou Campo per 3-0 e sconfitta indolore in Germania per 3-2. La Juventus, invece, ha sofferto parecchio nel proprio gruppo, dove se l’è vista contro i vice-campioni uscenti dell’Atletico Madrid, l’Olympiacos e il Malmoe. La qualificazione, con il secondo posto, è arrivata con 10 punti. Poi l’incrocio negli ottavi con il Borussia Dortmund, dove è arrivato il doppio successo 2-1 a Torino e addirittura 3-0 in Germania. Successivamente il sorteggio ha strizzato l’occhio alla Vecchia Signora, che ha pescato il Monaco. Decisivo l’1-0 allo Juventus Stadium e il pareggio senza reti a Montecarlo. Fino alla semifinale contro il Real Madrid, in cui Buffon e compagni hanno vinto 2-1 davanti ai propri tifosi e pareggiato 1-1 al Santiago Bernabeu, per un cammino che, comunque vada, merita solo applausi.

IL PRONOSTICO

– Bisogna essere realistici: il Barcellona è una corazzata quasi impossibile da battere. Davanti nessuna squadra al mondo ha il potenziale di Luis Enrique: non solo Messi tornati a grandi livelli, ma anche Neymar (migliorato rispetto alla sua prima stagione) e Suarez, un vero cecchino in area di rigore. Senza considerare la vecchia guardia formata da Iniesta, Dani Alves e Pique. Sarà poi l’ultimo match con la maglia del Barcellona per Xavi, che ha deciso di dare l’addio ai blaugrana e terminare la carriera in Qatar. La Juventus, però, può partire da alcune certezze: il ritorno di Pogba, il cui infortunio ormai è totalmente alle spalle, la recente vittoria della Coppa Italia e il campionato già vinto da quasi un mese, che ha permesso così ad Allegri di gestire al meglio il suo potenziale. E poi in una partita secca può succedere di tutto. Il consiglio che vi diamo è il segno “2”, sperando ovviamente di sbagliarci. E chi volesse rischiare tanto consigliamo il segno “over 3.5”: con quegli attaccanti in campo potremmo vedere tanti gol.

 

logo colori invertiti

Gioca le fantaschedine gratis e vinci fantastici premi su —> www.nextwin.com 

 

A cura di Francesco Carci

Nextwin Team

Commenti