Categorie: MarketingNextwin

Come sfruttare i social network se si opera nel gambling

Nell’ultimo articolo vi abbiamo parlato di come le PMI possano sfruttare i social network per aumentare la propria visibilità e, di conseguenza, il fatturato. Tuttavia ci sono alcuni settori che non vengono ben visti dai social network, ma anche da altre piattaforme, come Google Ads, lo strumento di Google tramite il quale poter creare delle inserzioni a pagamento nel motore di ricerca più utilizzato al mondo.

Attenzione alle penalizzazioni!

Sia in Google Ads, infatti, sia nei social network come Facebook ed Instagram, per esempio al settore gambling  non è concesso fare pubblicità a pagamento. Ciò significa che le PMI che operano in questo campo devono rinunciare ad investire nei social media? Assolutamente no! In questo articolo vi mostriamo l’esempio di Invictus, che è riuscito nonostante tutto ad effettuare una strategia vincente sia su Facebook che su Instagram, senza ricevere un ban.

Ciò che infatti dobbiamo specificare fin da subito è che anche pubblicando semplicemente dei post in cui si rimanda al concetto di gioco d’azzardo, utilizzando termini come scommesse o vinci le tue schedine, ad esempio, c’è il rischio di ricevere un pesante ban dall’algoritmo dei social network menzionati.

Cosa posso fare sui social se opero nel mondo del gambling? Il caso Invictus

Innanzitutto, come abbiamo specificato anche nel precedente articolo, bisogna strutturare una strategia completa sotto ogni aspetto. Tuttavia, in questo caso, bisogna tenere ovviamente delle limitazioni presenti e non focalizzarsi esclusivamente sulla propria attività.

Nel nostro caso abbiamo quindi organizzato una strategia editoriale in questo senso, puntando dunque sull’aspetto più prettamente sportivo, piuttosto che concentrarci sul mondo delle scommesse.

Innanzitutto abbiamo naturalmente cercato di intercettare l’interesse dei nostri potenziali clienti. Occupandoci di scommesse sportive, abbiamo facilmente compreso come lo sport, il calcio in particolare, fosse uno degli argomenti migliori da trattare per acquisire nuovi clienti.

A questo punto, ci siamo posti due scopi precisi: informare e far interagire i nostri utenti. Per quanto riguarda l’informazione, cerchiamo di condividere le ultime news legate al mondo del calcio, permettendo così a chi segue la nostra pagina Facebook di rimanere sempre aggiornato, ma non solo. Nello specifico, infatti, sfruttiamo anche le nostre statistiche avanzate per dare informazioni approfondite agli utenti, come ad esempio le analisi statistiche di prestazioni individuali degne di nota.

Inoltre le nostre piattaforme, non essendo delle piattaforme di scommesse vere e proprie possono essere pubblicizzate anche sponsorizzando i contenuti ma la comunicazione ed i contenuti proposti sono fondamentali per non essere bannati o scambiati per un bookmaker.

Inoltre, all’interno dei social network è fondamentale far interagire gli utenti tra di loro e con la pagina. Noi di Invictus abbiamo dunque deciso di creare dei sondaggi, con delle creatività specifiche, tramite i quali porre delle domande. Ad esempio ogni settimana pubblichiamo quella che secondo l’algoritmo di Invictus è la migliore rosa della giornata di campionato, oppure dei sondaggi attraverso i quali far decidere il miglior giocatore di quella giornata proprio agli utenti.

Qualche dato

Applicare tale strategia, nel modo corretto ovviamente, ovvero selezionando il tipo di post in grado di riscuotere maggiori interazioni tra i nostri utenti, ci ha permesso di aumentare costantemente nel tempo il numero di mi piace alle pagine Facebook ed Instagram e quindi di migliorare anche l’esposizione della pagina oltre ad allargare la costumer base che oggi conta più di 400.000 registrati.

Rappresentiamo anche un’ottima opportunità per chi, come un bookmaker, ha problemi a pubblicizzare i propri prodotti tramite i canali social grazie alla nostra capacità di veicolare traffico tramite contenuti informativi non solo limitati a semplici news.

Com’è possibile osservare dai dati relativi all’ultimo mese, il miglioramento continua a mantenersi costante nel tempo.

Tali risultati ci hanno quindi fatto comprendere che la strategia che abbiamo fin qui seguito è quella vincente. Tuttavia, continueremo a migliorarci cercando di offrire al nostro pubblico contenuti sempre migliori, perché come abbiamo già spiegato, nei social è fondamentale aggiornarsi continuamente!

Adriano Soldi

Condividi
Pubblicato da
Adriano Soldi

Articoli recenti

L’email marketing funziona ancora?

Nel mondo del digital marketing ci si chiede spesso se l’email marketing sia ancora in… Scopri di più

8 Maggio 2020

PMI e social network: come sfruttarli per migliorare la propria attività

Al giorno d’oggi tutti abbiamo un profilo sui social network dato che ormai sono una… Scopri di più

16 Aprile 2020

Lo smartworking ha aumentato la produttività: la nostra reazione al Coronavirus

Il Coronavirus si è abbattuto su tutto il mondo, rivoluzionando ogni aspetto della vita, dall’ambiente… Scopri di più

6 Aprile 2020

Come abbiamo aumentato la retention e diminuito il churn rate in 2 semplici mosse

I consumatori di oggi hanno sempre più potere nelle scelte di acquisto e le aziende,… Scopri di più

27 Marzo 2020

Come sfruttare i BOT per incrementare il fatturato: l’esempio di Manychat

Nell’articolo precedente vi abbiamo parlato di come investire sulla customer care possa essere la mossa… Scopri di più

27 Marzo 2020

L’importanza del rapporto con il cliente nell’era digitale: investire nella customer care

Migliorare i rapporti con i propri clienti può essere utile allo sviluppo del proprio business?… Scopri di più

19 Marzo 2020

This website uses cookies.